Attestato di prestazione energetica: tutto quello che c’è da sapere

L’attestato di prestazione energetica (APE) descrive le caratteristiche tecniche di un edificio: come si effettua?

 

L’ APE (attestato di prestazione energetica) è il documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio. È uno strumento di controllo che sintetizza con una scala da A4 a G (scala di 10 lettere) le prestazioni energetiche degli edifici. Al momento dell’acquisto o della locazione di un immobile, oltre ad essere obbligatorio, è utile per informare sul consumo energetico e chiarire il reale valore degli edifici ad alto risparmio energetico.

L’APE va realizzato in caso di compravendita di immobili e in caso di locazione. Dal 2012, negli annunci immobiliari vanno inseriti gli indici di prestazione energetica (valore in kWh/mq anno). Inoltre l’APE è tra i documenti utili ad ottenere il certificato di agibilità di un edificio. La validità di un attestato di prestazione energetica è, nella maggior parte dei casi, 10 anni.

 



 

Chi si occupa di redigere l’APE?

L’APE viene redatto da un soggetto accreditato, chiamato certificatore energetico, che ha competenze specifiche in materia di efficienza energetica applicata agli edifici. La formazione, la supervisione e l’accreditamento dei professionisti viene gestita dalle Regioni con apposite leggi locali. Quasi la metà delle Regioni italiane ancora non hanno adottato delle normative proprie: in questo caso la legge vigente è quella nazionale (D.Lgs. 192/05). Il certificatore energetico è solitamente un tecnico abilitato alla progettazione di edifici e impianti come l’architetto, l’ingegnere ed il geometra.

 

Come viene effettuato l’APE?

L’analisi energetica dell’immobile viene effettuata con l’aiuto di specifici software e dopo che il certificatore ha effettuato un sopralluogo obbligatorio; grazie ad esso vengono valutate anche le caratteristiche delle murature e degli infissi, le caratteristiche geometriche dell’immobile, la produzione di acqua calda, il raffrescamento e il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile.

Dopo aver effettuato tutta una serie di controlli, il certificatore elabora i calcoli, compila il documento e rilascia la targa energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile. L’APE va conservato con il libretto della caldaia e consegnato al nuovo proprietario o al locatario.

L’attestato può essere firmato dal tecnico anche con la firma digitale, alcune Regioni utilizzano esclusivamente questo metodo per ricevere gli APE nel loro catasto energetico. La firma digitale ha completa validità legale e può sostituire la copia cartacea!

L’APE è, come detto in precedenza, obbligatorio per legge. Se hai bisogno di un APE nella provincia di Parma, puoi contattare lo studio tecnico di geometri Geo-Art S.r.l., con sede a Collecchio e Parma. Gli oltre venti anni di esperienza maturata dai geometri dello studio, la profonda conoscenza del territorio, i continui corsi di aggiornamento frequentati dagli stessi, la professionalità, la competenza e la scelta di investire in attrezzature e tecnologie di ultima generazione, fanno di Geo-Art lo studio ideale non solo per i privati cittadini, ma anche per le imprese edili del parmense!