Cambio euro dollaro, possibili ulteriori discese fino a 1.19

E’ cominciata una settimana molto interessante per chi ama fare trading sulle valute, il così detto Forex. Ci attendono infattidiversi eventi interessanti sul fronte del calendario macroeconomico e dell’analisi fondamentale, a cominciare dalla zona euro per finire a quella degli Stati Uniti. Eventi che potrebbero incidere in modo forte sulla dinamica del cambio euro dollaro, che sta scendendo verso quota 1,22. Se non sapete ancora quale broker forex scegliere, dovreste darvi una mossa.

Dati marco influenti sul cambio euro dollaro

cambio euro dollaroCominciamo allora con i dati attesi per l’area euro, dove saranno pubblicate le stime sulla crescita del PIL nel quarto trimestre. Da questi dati – molto influenti sul cambio euro dollaro – ci si attende un rallentamento in Germania a 0,6% su trimestre (da 0,8% su trimestre). Anche in Italia vengono attesi dati in rallentamento. Qui il valore del PIL dovrebbe rallentare fino a dimezzarsi, passando a 0,2% su trimestre da 0,4% su trimestre. Altri dati sul Prodotto Interno Lordo arriveranno dall’Olanda (dove è attesa una crescita di 0,6% su trimestre da un precedente 0,4% su trimestre).

Il dato relativo all’intera Eurozona invece dovrebbe mostrare una conferma del PIL in crescita di 0,6% su trimestre nell’ultimo quarto del 2017. Il valore precedente era 0,7% su trimestre. I dati recenti indicano un proseguimento della fase di espansione nella maggior parte dei paesi anche a inizio 2018.

I dati USA

Di tono molto più variegato sono i dati di rilevanza negli USA che potrebbero incidere sul cambio euro dollaro. Si attendono soprattutto i primi report sul settore manifatturiero relative al mese di febbraio.  Le attese sono per un dato in rialzo, dopo le moderate correzioni di gennaio. Gli indici di prezzo dovrebbero inoltre confermare la dinamica moderata. In special modo si attende una inflazione core in aumento di 0,2% su mese. La produzione industriale, le vendite al dettaglio e i dati sui cantieri residenziali dovrebbero segnare moderati aumenti.

Nel frattempo la coppia euro-dollaro mostra un progressivo indebolimento per la moneta unica, che è arretrata fino a quota 1,22 circa contro dollaro. Stamattina è comparsa anche una candela doji trading forex. La violazione dei supporti a quota 1,2335 ha dispiegato gli effetti di un piccolo doppio massimo. Sembra probabile che la discesa prosegua fino a 1,2170 circa. Se vi fossero cali sotto quota 1,21 potrebbero aprire a cali ancora più forti, fin sotto 1,20.