Gli occhiali per leggere

Molta gente dopo i 40 anni inizia ad avere problemi alla vista, in particolare per quel che riguarda vedere da vicino.
Capita quindi che mentre si legge un libro o si guarda il computer, all’improvviso si senta il bisogno di allontanarsi dallo schermo per mettere a fuoco meglio le lettere.

La presbiopia

Ciò significa che si soffre di presbiopia, un disturbo abbastanza comune negli adulti dai 45 ai 60 anni, dovuto a un naturale invecchiamento del cristallino.

In questo caso servono dei comodi occhiali x lettura per fare in modo di migliorare la propria vista e non avere alcun tipo di problema a riguardo.

Affaticamento da luce blu

Se invece si ha una buona acuità visiva e tuttavia, durante il giorno, si hanno gli occhi arrossati, doloranti, la vista a volte diventa sfocata, probabilmente si soffre di affaticamento visivo. Per un comfort visivo ottimale, gli occhiali anti luce blu possono essere una soluzione.

Questi disturbi infatti succedono a chi sta molto tempo davanti a uno schermo a led, che emana la radiazione blu viola, un tipo di radiazione luminosa che a certe frequenze diventa pericolosa per la vista e gli occhi a lungo andare.

Ecco perchè è meglio proteggere i propri occhi con specifici occhiali anti luce blu, che possono anche essere dei comodi occhiali x lettura adattati alla distanza di lettura (tra 55 e 65 centimetri dallo schermo o dal testo) per evitare l’affaticamento visivo con conseguente mal di testa e secchezza oculare.

 



 

Questi occhiali non correggono i disturbi della vista, ma forniscono comunque una leggera correzione alla vista e hanno un trattamento antiriflesso che consente loro di combattere la luminosità degli schermi.

Si tratta di occhiali comfort da indossare occasionalmente, per lavorare su un computer o tablet o per una lettura prolungata.

Riposare gli occhi

Per riposare gli occhi, è consigliabile fare inoltre alcuni esercizi durante il giorno, come distogliere ogni tanto lo sguardo dallo schermo, battere le palpebre, alzarsi e distrarsi un po’, e assicurarsi che la stanza in cui ci si trova sia abbastanza luminosa e illuminata anche da luce naturale.

In ogni caso, se sopraggiungono dei problemi alla vista, è sempre necessario consultare un oftalmologo per controllare la vista, che può indirizzare verso il tipo di occhiali di cui si ha bisogno, tra comodi occhiali x lettura, occhiali da vista o per altro tipo di problematica.