La calura? Si combatte con i serramenti in PVC

Installare le giuste finestre e serramenti in PVC aiuta a ridurre la quantità di calore che penetra nell’abitazione.

 

Dopo le temperature rigide, ecco che torna il bel tempo e, tra poco, il fresco sarà solo un ricordo lontano. Quindi è bene prepararsi fina da ora ad attrezzarsi con uno dei migliori mezzi contro il caldo (dopo il condizionatore): i serramenti in PVC.

Infatti, aprire la finestra non è sufficiente, bisogna cambiarla! Per avere una casa fresca anche nei periodi più torridi, il tipo di serramenti e di finestre è fondamentale. Vediamo perciò quali sono i criteri per scegliere un modello a prova di afa.


Le camere e il taglio termico

Le finestre in PVC, all’interno del profilo, presentano un certo numero di spazi chiamati “camere”. In base alla quantità di camere presenti, il profilo ha una maggiore o minore capacità di isolamento termico: più numerose sono le camere, minore sarà il “ponte” termico dall’esterno all’interno.

Questa caratteristica è stato originariamente pensata per combattere il freddo, ma lo stesso principio vale per il caldo. Avere un profilo a 5/6 camere consente già di ridurre notevolmente l’ingresso d’aria calda (proprio così, la finestra va chiusa).

La tipologia del vetro

L’altra componente fondamentale è il vetro, in quanto tramite della luce. Per ridurre il calore provocato dal passaggio dei raggi solari, si può optare per:

  • Vetri doppi
  • Vetri assorbenti, capaci di assorbire la luce e rilasciare il calore all’esterno

Infine, un elemento che non può mancare sono i frangisole e gli oscuranti, quali persiani, tapparelle e scuri.