Mercato dell’oro, crescono i dubbi dopo il flash crash

Si sono vissuti attimi di panico ieri, nel mercato dell’oro. A causa di un ordine di vendita di proporzioni enormi, le quotazioni sono improvvisamente affondate passando da 1.255 a 1.236 dollari l’oncia. Ovvero il minimo dal 17 maggio. Viste le dimensioni dell’operazione, la spiegazione è parsa subito chiara agli operatori: c’è stato un “fat finger”,…

Continua a leggere