Video marketing: i rischi da considerare prima di investire

Il video marketing è una risorsa dalle potenzialità enormi. Tra la teoria e la pratica, però, ce ne passa: prima di cimentarsi nell’attività di produzione video aziendali, è necessario strutturare una strategia efficace e specifica, evitando errori tipici di chi si approccia alla disciplina con scarsa esperienza e idee confuse. E a proposito di errori, ecco quelli più comuni e che dovresti evitare di commettere.

Mancata coerenza con la brand image

Spesso, presi dalla foga di individuare il filone narrativo vincente, ci si scorda del reale motivo per cui si è scelto di investire nel video editing (ma a questo ci arriviamo). Quando si imposta una campagna di content marketing, è essenziale porre i valori aziendali e i suoi tratti distintivi al centro della narrazione. La coerenza tra brand image e storytelling del proprio advertising è fondamentale per consolidare un rapporto di fiducia con il proprio pubblico.

Non pensare al target

Il proprio pubblico, appunto. A chi considerate di rivolgervi con i vostri contenuti digitali? Quando si sviluppa un video, è fondamentale avere ben chiaro il target di riferimento: produrre per un pubblico di teeneger non è lo stesso che parlare alle aziende, agli adulti o ai bambini. Non bisogna mai lasciare che il target di riferimento si auto-definisca.

Non fissare degli obiettivi

Scopo del video non è solo quello di essere visualizzato. Esso è parte integrante di una strategia più ampia; è un mezzo per raggiungere uno scopo e non un fine in sé. Un video realizzato per la promozione di un grande evento sarà differente da uno pensato per lanciare una campagna di sconti: per ogni obiettivo, sia realizzato il contenuto più adeguato, pianificando il tutto in partenza.

Copiare dagli altri

Ovviamente, un’analisi dello scenario e dei competitor è utilissima per orientarsi nel settore e riuscire a fornire video adatti allo scopo. D’altra parte, una campagna di video marketing serve per distinguersi dalla concorrenza e non è certo copiando ciò che è già stato fatto che si può raggiungere tale scopo. Meglio avere il coraggio di osare che percorrere strade già battute.

Non investire in promozione

Conclusa la fase di realizzazione ne inizia una nuova, ovvero quella di promozione. Senza un piano di comunicazione costruito intorno ai video, il rischio è quello di vanificare tutto il lavoro fatto in precedenza. Social network, sito aziendale ma anche acquisto di spazi su siti di settore, promozioni dirette tramite Facebook ads e campagne AdWords, digital Pr, coinvolgimento degli utenti e di influencer specifici sono importantissimi per aumentare la visibilità dei propri video.