Cappe a condensazione: tipologie e vantaggi

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina.

 

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina. Con il piano cottura o il forno spesso è il fulcro di una cucina, e quindi la scelta della cappa giusta è una decisione cruciale che devi prendere in considerazione.

Non sono apparecchiature solamente di design, il vero scopo delle cappe a condensazione è mantenere la cucina più pulita, più sana (rimuovendo fumo e grasso nell’aria), rendendola un posto piacevole in cui cucinare. Disponibili in una vasta gamma di dimensioni, colori, stili e tipi, può essere complicato individuare quali possano essere quelle più indicate per la tua esigenza. Iniziamo a vedere le varie tipologie.

 

Stile di cappe da cucina

Ammettiamolo, lo stile della cappa è uno degli aspetti più importanti che prenderai in considerazione. Esistono molti stili diversi sul mercato, ognuno con un approccio diverso alla rimozione degli odori alimentari e del grasso trasportato dall’aria. Con così tanti stili diversi sul mercato è facile confondersi.

Le cose principali che si devono prendere in considerazione prima di pensare il suo aspetto è la dimensione e la posizione del piano di cottura, e se si desidera la cappa per essere nascosto o trasformato in una caratteristica della vostra cucina.

Cappe integrate – Questa è una cappa da cucina nascosta per quelli che non desiderano farne una caratteristica della cucina. Sono integrati nei tuoi armadi e sembrano come un altro pensile a prima vista. Si accendono tirando una maniglia o premendo un interruttore.

Cappe convenzionali o a visiera – Generalmente montate sul lato inferiore di un pensile, queste cappe da cucina sono più visibili ed evidenti rispetto al tipo integrato. Sebbene queste cappe da cucina stiano diventando meno popolari, sono comunque ideali per le cucine con spazio limitato perché possono essere sistemate sotto un armadio – risparmiando spazio prezioso.

Cappe a camino (comignoli) – Queste cappe a camino sono diventate molto popolari negli ultimi anni. Spesso realizzate in acciaio inossidabile lucidato, queste cappe hanno un’ampia sezione sul fondo collegata a un camino. Possono stare tranquillamente tra due unità o da sole, come un cappuccio autonomo.

Cappe di design – I design di queste cappe completerebbero splendidamente una cucina in stile contemporaneo. Ma questo stile ha un costo e spesso queste cappe sono la tipologia tipo più costoso di cappa da cucina. Detto questo, hanno un impatto visivo immediato e sono un ottimo modo per rendere la tua cucina unica.

Cappe dell’isola – Queste cappe da cucina sono progettate per essere posizionate sopra il piano cottura della cucina dell’isola. Integrato nel soffitto o sospeso sopra; questi cappucci ad isola sono progettati per essere visti da qualsiasi angolazione e non hanno il retro piatto che si ottiene con una cappa a muro. La maggior parte dei piani cottura a isola è il tipo di cappa con la canalizzazione che sale verso il soffitto, ma sempre più prodotti di design che escono sono fatti per sembrare meno come cappe da cucina e più come elementi di illuminazione.