Condizionatore aria: 10 cose da sapere per scegliere quello più adatto

Avete in programma di acquistare un condizionatore ma non sapete come orientarvi? Ecco una piccola guida per non commettere errori.

 

In attesa della prossima estate e delle temperature bollenti, molti di voi si troveranno di fronte al solito dilemma se acquistare o meno un condizionatore d’aria.

Molti, per paura di sbagliare, finiscono per rimandare all’infinito l’acquisto, non sapendo su quali basi scegliere l’impianto e che cosa è utile sapere quando si deve scegliere.

Innanzitutto, una delle cose da sapere è la differenza tra condizionatore e climatizzatore: entrambi hanno lo scopo di raffreddare l’aria e, quando previsto, di scaldarla. Il climatizzatore ha anche la funzionalità di programmare il grado di deumidificazione e di temperatura desiderata.

 

Le 10 regole da seguire per l’acquisto di un condizionatore d’aria

Ma quali sono, quindi le 10 regole da seguire prima dell’acquisto di un condizionatore?

 

La classe energetica

Indica il consumo elettrico del condizionatore ed è presente in un’etichetta obbligatoria

 

Il consumo energetico

È opportuno sempre indirizzarsi verso un modello con una classe alta di consumo energetico. Le classi sono così suddivise:

AA: ottimo

A: buono

B: più di medio

C: medio

D: mediocre

E: basso

F: molto basso

G: pessimo

 

Capacità di raffreddamento

È espressa in Btu/h o in kW. Più questi valori sono alti, più l’impianto è potente.

 

La tecnologia inverter

Se presente permette ai modelli di non spegnersi una volta raggiunta la temperatura, ma di continuare a funzionare per evitare gli sbalzi di temperatura.

 

Termostato digitale e timer

Sono funzioni utili per programmare il condizionatore anche quando non si è presenti nel luogo in cui è stato installato.

 

Pompe di calore

In media i modelli con le pompe di calore hanno un consumo medio inferiore del 65% rispetto ad un modello di condizionatore tradizionale.

 

Numero di split

È importante sapere quante e quali stanze si vuole climatizzare. Se si decide di coprire tutta l’abitazione, occorre scegliere un dual o trial inverter.

 

Rumorosità

Meglio scegliere modelli poco rumorosi. Solitamente i portatili hanno una rumorosità maggiore.

 

Qualità e serietà

Affidarsi ad un esperto permette di avere risposte precise e utili, invece che arrangiarsi da soli, con il rischio di acquistare un modello di condizionatore non adatto alle proprie esigenze.

 

Assistenza

Un modello acquistato presso un rivenditore fidato vi permetterà di avere un punto di riferimento costante per qualsiasi problema.

 

Oltre a tutti questi aspetti, occorre tenere in considerazione la presenza o meno nel luogo che si vuole climatizzare di persone che soffrono di allergie. In questo caso, il consiglio è quello di orientarsi verso un condizionatore con sistema di purificazione dell’aria, che abbatte impurità e batteri.

Si raccomanda, per ogni tipologia di impianti di climatizzazione, di rivolgersi agli esperti per l’installazione. I tecnici professionisti, che possono mostrarvi dei certificati, sono i soli che possono installare nella maniera corretta il climatizzatore, in maniera sicura ed efficiente. Se il lavoro è fatto male, il rischio di combattere contro perdite e fuoriuscite di acqua è alto, così come alto è il rischio di ritrovarsi un impianto inefficiente perché mal posizionato!