Questo tipo di azienda è dedicata alla gestione della comunicazione di un’azienda. Ti diciamo cosa serve per lavorare con loro.

Le linee che dividono e differenziano un’agenzia. Le pubbliche relazioni di una società di media sono sottili come quella che separa l’odio d’amore, quindi è comune confondere quali sono i compiti che svolgono l’una e l’altra, non sorprende che nelle sue dinamiche abbia che fornire funzioni. Inizialmente, un’ agenzia comunicazione a Roma (o in altre città italiane) è caratterizzata dal fornire supporto strategico ai marchi per realizzare una buona comunicazione, interna e / o esterna, per stabilire relazioni positive e di proiezione con i suoi lavoratori, la comunità in cui è installato e anche con gli investitori, senza dimenticare ovviamente il consumatore; oltre a supportare le loro strategie di marketing come l’introduzione del prodotto, il riposizionamento, l’organizzazione di eventi e conferenze stampa, tra le altre attività.

In altre parole, svolgere una gestione professionale della comunicazione per raggiungere gli obiettivi dichiarati, fornendo uno sguardo esterno all’azienda e soluzioni fatte salve le varie esigenze interne ed esterne dell’organizzazione. D’altra parte, l’agenzia pubblicitaria si dedica alla selezione di luoghi in cui i marchi possano comunicare meglio con i propri consumatori, compito che tre o quattro decenni fa sembrava semplice in assenza della diversità dei media e dei canali di comunicazione che oggi prevalgono nel 21 ° secolo. Ed è proprio l’evoluzione dei media e l’arrivo di nuove tecnologie che ha costretto queste due aree ad affrontare una rivoluzione nei loro modi di lavorare e nelle loro attività, e anche negli attributi devi guadagnare il conto di un grande marchio.

Oggi, ad esempio, non è sufficiente avere conoscenze nei media della comunicazione per esternare i valori di un’azienda, richiede maggiori capacità e sforzi per controbilanciare l’empowerment dei consumatori grazie alle nuove tecnologie e ai social network, che oggi consentono di fare clic per essere consapevoli di quale azienda non rispetta i propri impegni in materia ambientale, la propria situazione in borsa, se si trattano i propri lavoratori e se sono socialmente responsabili, tra gli altri difetti o virtù.

Per questo motivo, il profilo dell’inserzionista tradizionale, una persona simpatica con molte conoscenze nei media, si sta muovendo verso elementi che hanno la capacità di gestire come viene percepita l’azienda dalla comunità e indirizzarla verso l’obiettivo in questo articolo.

Tra le altre caratteristiche, oggi le aziende sono alla ricerca di persone in grado di gestire una crisi con tutti gli elementi: dalla sorpresa, le notizie negative fatte viaggiano il paese da un giorno all’altro e diventano un argomento di dominio pubblico, deve essere risolto con grande ordine e in pochissimo tempo. Quest’ultimo è vitale per tutti i tipi di organizzazione, e di più se questo è famoso.

Dal momento che la selezione e il contratto di un’agenzia di pubbliche relazioni è un compito che non si dovrebbe svolgere alla leggera. Per questo, vogliamo condividere con voi alcuni consigli:

Determina le tue esigenze.

Non solo in materia di pubbliche relazioni e comunicazione della tua azienda, ma anche della convenienza di una consulenza strategica esterna, se hai bisogno di un’agenzia o di un esecutore o di entrambi, e se prevedi di distribuire il lavoro a diverse aziende o conterai esclusivamente con una per prendersi cura delle diverse esigenze.

Preparati.

Ottieni anche una proposta dettagliata Dipende da te, perché più chiaro esprimi alle agenzie chiamate i tuoi obiettivi e fornisci elementi (dossier di presentazione, azioni di pubbliche relazioni precedenti, presenza su Internet, ecc.) I progetti che ti presentano saranno più vicini cosa stai cercando. Inoltre, devi decidere chi o chi sarà responsabile della selezione dell’agenzia, che potrebbe benissimo essere i direttori di pubbliche relazioni, comunicazione, marketing, solo per citarne alcuni.

Entra e vinci.

Un modo efficace per attrarre la migliore offerta e ottenere la migliore opzione è quello di chiamare varie agenzie a un concorso, dove è consigliabile invitare quelli con riferimenti precedenti. Puoi effettuare l’invito tramite una telefonata o una posta convenzionale o elettronica ed essere attento alle risposte delle aziende che desiderano partecipare

Elenca le tue opzioni.

La chiave per una buona selezione Può essere nel tuo taccuino, perché sebbene l’invito al concorso sia stato fatto a sei o otto agenzie, che compongono la tua lunga lista, ci saranno tre o quattro che faranno il salto nella tua breve lista , che sono quelli che forniranno le basi del concorso e aspetterete le loro proposte.

Osserva, ascolta e chiedi.

La presentazione orale e il documento strategico sono fondamentali quando si prende una decisione, dal momento che queste conoscenze dell’agenzia, del settore e dei prodotti devono riflettersi sull’azienda, gli obiettivi, la strategia, le azioni, la misurazione dei risultati, il budget e il team che si svilupperanno il programma. Non esitate a chiedere le vostre preoccupazioni alle agenzie, ad esempio, quante ore dedicheranno alla vostra azienda.

Valuta e decidi.

Al termine delle presentazioni, la persona o la squadra designata per la selezione dell’agenzia deve decidere se le informazioni presentate dai candidati corrispondono ai criteri precedentemente stabiliti come obiettivi fissati, capacità ed esperienza del gruppo, strategia, creatività, efficienza e stile di gestione, gruppo integrazione, risultati stimati e metodo di misurazione, tra gli altri punti. Una volta presa la decisione, è meglio impostare le condizioni contrattuali con l’agenzia selezionata, anche prima di comunicare i risultati sperati.