Dollaro, predominio a rischio nel mercato delle valute

Il dominio del dollaro nel mercato dei cambi potrebbe essere a rischio. Ne sono convinti gli analisti di NatWest, che vedono in un sempre più probabile accordo Londra-UE su Brexit un fattore di pericolo per il biglietto verde, così come la dinamica delle politiche monetaria di Fed e BCE.

Ottobre mese pessimo per il dollaro

dollaroOggi come oggi la forza del dollaro è in netto calo. Se prendiamo uno dei broker forex autorizzati Consob, possiamo constatare come nel mese di ottobre il greenback è sceso del 2,1% questo mese contro un paniere di sei valute concorrenti, e si avvia a chiudere il peggior mese da gennaio dell’anno scorso. Il punto è che – secondo gli esperti NatWest  – i possibili fattori rialzisti per il biglietto verde sono poco consistenti, mentre il discorso è inverso per l’Euro. Due fattori insidiano il biglietto verde. Anzitutto un possibile risultato positivo sulla Brexit, che danneggerà le attività rifugio sicuro. Ma anche la probabilità di una riduzione più significativa dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

Annotazione tecnica. Quando si opera sulle valute, occorre conoscere bene strumenti e strategie Qui si parla della Forex Parabolic SAR strategia.

Prospettive contro Euro e Sterlina

Le prospettive rialziste a lungo termine per il dollaro sono discutibili giacché alcuni fattori chiave del mercato hanno raggiunto il loro picco di influenza. Inoltre, la Fed potrebbe nuovamente ridurre i tassi di interesse a dicembre e marzo, spingendo in basso il dollaro. Dall’altra parte dell’Oceano, la BCE sta per riarmare il bazooca del QE, e lo farà fino a quando l’inflazione non sarà più vicina al target del 2%. Dal momento però che il potenziale di allentamento della politica monetaria della BCE è limitato (cosa che non accade per la FED), questo costituisce un serio fattore “rialzista” per EUR / USD.

L’altra “carta vincente” per l’euro si chiama Brexit. I progressi nei negoziati tra Londra e Bruxelles (ma l’accordo deve ancora essere approvato dal Parlamento britannico), sarà un fattore chiave per le modifiche delle quotazioni di EUR / USD.