mercato petrolifero

Il mercato del petrolio continua a vivere di alti e bassi, anche se i prezzi del barile non si discostano molto dall’orbita dei 50 dollari o poco più sopra.

Cosa incide sul prezzo del barile

mercato petroliferoIl mercato guarda con attenzione soprattutto a due fattori, che stanno esercitando pressione sul prezzo del barile. Il primo è ovviamente l’andamento del Covid. La pandemia ha provocato un crollo economico e una conseguente discesa della domanda di oro nero. L’aumento recente dei casi di Covid e il lancio di un vaccino che procede più lentamente del previsto sia negli Stati Uniti che in Europa, hanno offuscato le prospettive per la domanda di petrolio.
Nel frattempo, i casi di COVID-19 continuano ad aumentare con la Cina. Pechino ha segnalato 124 nuovi casi lunedì, il massimo da marzo 2020.

Intanto settimana scorsa i dati sulle scorte degli Stati Uniti hanno evidenziato un aumento a sorpresa di 4,4 milioni di barili nella settimana fino al 15 gennaio. Questo ha innescato una ulteriore pressione al ribasso sul prezzo del barile. Gli indicatori lagging (definizione) rimangono abbastanza incerti.

In attesa degli stimoli USA

Il mercato del petrolio guarda con attenzione anche al grande pacchetto di stimoli statunitense proposto dal presidente Joe Biden. Stimoli che chiaramente avrebbero effetti molto positivi sulla domanda di carburante. Gli assistenti del presidente hanno iniziato i colloqui con repubblicani e democratici moderati.
Proprio la prospettiva di un accordo sul piano di stimolo, ha innescato una risalita dei prezzi del petrolio questo lunedì. Il prezzo del barile greggio WTI è salito oltre $ 52 al barile, mentre il Brent si muove oltre 55 $.

Consiglio: prima di fare trading sulle commodities, occorre conoscere le principali candele giapponesi trading.

Tensione in Indonesia

Sul fronte petrolifero va infine segnalato che l’Indonesia ha sequestrato nelle sue acque territoriali, due petroliere di Iran e Panama, che stavano trasferendo illegalmente petrolio.
Le petroliere hanno celato la propria identità non mostrando le proprie bandiere nazionali, interrompendo i sistemi di auto-identificazione e non rispondendo ad una chiamata radio. I due vascelli sono stati sorpresi nel momento in cui la petroliera indiana stava trasferendo parte del proprio carico su quella panamense. Ricordiamo che l’Iran è già stato accusato più volte di aver violato le sanzioni imposte dagli Stati Uniti riguardo l’export di petrolio.

© 2016-2021 Girandopagina Sito Web Article Marketing Nif ES Y6392888Y - credits by IWCom Web Agency Milano