Le migliori marche della macchina per cucire

Negli Anni Sessanta e Settanta erano ambitissime e presenti in tantissime case; oggi le macchine da cucire sono state dimenticate ma qualcuno le ha riportate alla ribalta.

Pratiche e solide consentono di realizzare tantissime idee. Sia per uso domestico che professionale sono alla portata di tutti e si diventa pratici in poco tempo. Nella scelta di un buon modello di macchina per cucire è bene considerare alcuni aspetti importanti; tra questi le dimensioni, il peso, la potenza, le funzioni, il design, gli accessori. Anche i materiali sono importanti e devono risultare piuttosto di qualità.

Spesso per risparmiare si tende e scegliere un modello economico ma dalla prestazioni molto basse; soprattutto se il vostro uso sarà quotidiano o addirittura per uso professionale, sarà bene optare per un modello più sofisticato e funzionale. Tra le tante marche di macchine per cucire ci sono: Necchi, Singer, Brother, Husqvarna Viking.

Se avete dubbi sulla scelta consultate le recensioni online che vi possono aiutare a capire come scegliere ma soprattutto considerate le vostre esigenze reali. L’utilizzo della macchina per cucire è semplice; è anche vero che ogni macchina ha le sue particolarità e per cominciare occorre prendersi un po’ di tempo per capire come agire al meglio. Le parti della macchina da cucire che dovete assolutamente conoscere sono: la spolina (la bobina sotto l’ago), il crochet (il meccanismo all’interno del quale viene inserita la spolina) e il filarello (la parte in metallo sita sulla parte in alto utile ad avvolgere il filo).

È fortemente consigliato utilizzare un filo di qualità per evitare qualsiasi disagio, come per esempio che i vestiti si rompino in breve tempo. I vostri primi esperimenti potranno essere rivolti a queste azioni: infilate il rocchetto del filo sul porta filo in senso orario e poi passatelo verso sinistra e verso destra. Successivamente utilizzate una spolina vuota e fate passare il filo dentro al foro, inserendo la spolia sul filarello spostaelo poi verso destra.

In questo modo avvolgerete il filo. Se la spolina è piena il sistema di blocco vi avvisa quando è piena la spolina. In questo modo potete spostare il filarello a sinistra e staccare di conseguenza la spolina. Una volta tagliato il filo potete mettere la spolina nel crochet.