Logistica integrata: 4 consigli per adottarla

Organizzare l’attività secondo un modello di logistica integrata ha numerosi vantaggi, ma richiede un approccio diverso dal modus operandi classico.

Per gli operatori logistici, il termine “logistica integrata” può suonare ormai familiare. Per chi invece non ne fosse ancora a conoscenza, sappiate che si tratta di un particolare tipo di organizzazione, che punta alla coordinazione di ogni fase secondo standard e obiettivi ben definiti: in sostanza, si tratta di organizzare il tutto come un processo unico, anziché dirigere ogni segmento in maniera indipendente.

I vantaggi di questo sistema sono anch’essi piuttosto noti: riduzione dei tempi e dei costi, personalizzazione e miglioramento del servizio. Quello che invece non è ben chiaro è come essa possa essere implementata. Ecco allora 4 indicazioni per passare a questo modello operativo.

Definire gli obiettivi

Come abbiamo detto, il senso della logistica integrata sta nell’organizzare l’intera catena in base a determinate necessità. Affinché questo avvenga, la prima cosa da fare è stabilire quali sono tali necessità. Velocità del processo, gestione di determinati volumi di ordini, riduzione degli sprechi: una volta trovata la priorità, è necessario tradurla in azioni coordinate.

Favorire e stimolare le collaborazioni

Affinché ogni segmento lavori in sintonia con gli altri, è necessario che sia comunicazione tra di essi e che ognuno sia a conoscenza delle necessità degli altri. Per questo c’è bisogno di un sistema centralizzato che metta in collegamento ogni settore e ogni professionista coinvolto nel progetto logistico.

Analisi dei segmenti

Una volta definita una visione globale del processo, con obiettivi, meccanismi e connessioni, è il momento di scendere nello specifico e studiare ogni segmento della catena logistica. Analizzando i dati relativi al flusso di ognuno, è possibile stabilire quali sono gli aspetti positivi e quali quelli da cambiare, così da definire un nuovo flusso operativo.

Coinvolgimento di fornitori di servizi

Gestire e coordinare con una prospettiva più ampia tutte le fasi logistiche può essere molto impegnativo, specialmente se non si possiedono il budget e le competenze necessari. In tal caso, la soluzione ideale è affidarsi ad un servizio in conto terzi. Le imprese che forniscono attività di logistica integrata, infatti, dispongono di spazi e macchinari appositi per il deposito e la movimentazione, sistemi gestionali per la preparazione degli ordini e programmi di collaborazione con diversi corrieri, in modo da poter orchestrare l’intero processo logistico in modo unificato e coerente.