ue crisi economica

Giornata molto pesante per Atlantia sul mercato azionario. La pressione intorno ad Autostrade per l’Italia si è fatta sempre più alta, dopo la notizia che la Corte di Cassazione avrebbe confermato la correttezza della decisione del governo di escluderla dal progetto di ricostruzione del Ponte Morandi a Genova. Questo ha finito per mandare al tappeto la società che la controlla, ovvero la holding Atlantia (della famiglia Benetton).

Il crollo di Atlantia sul mercato azionario

mercati azionariAlla Consulta si erano rivolti i tribunali amministrativi regionali, in merito al ricorso di Autostrade che lamentava di esser stata esclusa per decreto dalla ricostruzione del ponte. La Corte ha deciso che la scelta del governo è stata legittima, in quanto il post-crollo ha generato una circostanza straordinaria.
Sul mercato azionario italiani, il titolo – caratterizzato da diverse sospensioni – era arrivato a perdere anche il 9%, salvo poi ammorbidire un po’ le perdite fino al 5-6%. La peggiore sul FTSEMib. Chi comprende il significato di pattern trading più utilizzati, ne ha visti diversi dal carattere tipicamente ribassista.

Il fatto è che la sentenza della Corte di Cassazione ha di fatto indebolito la posizione di Atlantia, che oggi incontra al Mit i rappresentanti del governo per provare a ricucire lo strappo sul tema delle concessioni. Ma ora lo spauracchio della revoca è tornato ad aleggiare pesante sulla scena.

Nota operativa: oltre a negoziare le azioni sul mercato azionario, si possono anche negoziare altri tipi di strumenti sui titoli. Chi sa cosa sono le opzioni vanilla molto spesso preferisce proprio queste ultime al trading tradizionale.

Un accordo vitale per la società

Inutile dire che le Atlantia, arrivare a un accordo è importantissimo visto l’effetto Covid-19 sul traffico, l’elevato leverage ed il rating junk. Il Governo vuole sconti sulle tariffe e impegni sugli investimenti, ma soprattutto chiede che Atlantia passi dall’88% di Autostrade, fino a una quota di minoranza. Il premier Giuseppe Conte ha detto di aspettarsi di poter chiudere la controversia sulla possibile revoca della concessione autostradale ad Autostrade per l’Italia al più tardi entro la fine di questa settimana.