Prevenire e curare gli occhi arrossati

Oggigiorno molta gente utilizza strumenti digitali per molte ore di seguito, e alla fine gli occhi fanno male, si vede annebbiato, si ha gli occhi arrossati. Questi sono sintomi molto frequenti collegati al problema crescente del cosiddetto occhio stanco o secchezza oculare, molto diffuso nella nostra era moderna.
Questo sopratutto perchè gli strumenti elettronici con schermi a led emanano una radiazione blu violetta che a lungo andare è dannosa per gli occhi e la vista.

Lacrime per la salute

Le lacrime hanno un ruolo molto importante negli occhi, sono il primo elemento del sistema ottico e prendono parte alla formazione di un’immagine chiara sulla retina.
Un’altra funzione delle lacrime è quella di pulire la superficie dell’occhio dalle impurità, nutrire gli strati superficiali della cornea e ridurre l’attrito delle palpebre sulla superficie dell’occhio durante il battito delle palpebre.
Va detto che l ‘”occhio secco” non è solo un occhio che non emana lacrime. Spesso la composizione della loro qualità è disturbata o è ridotto il film lacrimale sulla superficie dell’occhio.

Sindrome dell’occhio secco

Sindrome dell’occhio secco, stanchezza, occhi rossi sono le parole conosciute da quasi tutti oggi.

Nell’ambiente in cui viviamo e lavoriamo ci sono sempre più fattori che influenzano l’irritazione degli occhi e fanno venire gli occhi arrossati. Possono essere suddivisi in fattori esterni e interni. Quelli esterni includono il lavoro sul monitor, soprattutto quando l’ergonomia non viene mantenuta e si ha la co-occorrenza di ulteriori fattori nocivi, come l’aria condizionata, il riscaldamento centralizzato, la polvere, l’umidità bassa o il fumo.

Dovremmo anche menzionare l’inquinamento dell’ambiente: polvere e gas di scarico fanno sì che anche nell’aria “fresca” i nostri occhi siano esposti all’attacco di sostanze nocive e irritanti.
Il nostro corpo affronta questo problema da molto tempo.

L’ affaticamento degli occhi da fattori interni, dipende da predisposizione personale come nelle persone soggette ad allergie, i portatori di lenti a contatto, così come chi fa uso di alcune classi di farmaci (ad esempio per ipertensione, malattie cardiache, allergie o disturbi ormonali). Si dovrebbe sempre informare il medico sull’uso di agenti antiallergici, contraccettivi orali, diuretici, farmaci antiaritmici.



 

Lacrime artificiali

Per prevenire l’asciugatura della superficie dell’occhio e gli occhi arrossati dovrebbe avvenire il “battito di ciglia consapevole” , ovvero fare ogni tanto una breve pausa e chiudere gli occhi, il che spargerà lacrime sulla superficie dell’occhio.

Le piante verdi sono un altro modo per aumentare l’umidità dell’aria. Spesso, tuttavia, questi trattamenti non sono sufficienti per garantire il comfort del lavoro visivo. Molte persone, soprattutto quelle nei “gruppi a rischio” dovrebbero continuare a usare le cosiddette “lacrime artificiali”, che vanno a migliorare il comfort e ridurre i sintomi, e a prevenire l’insorgenza di gravi complicazioni come infiammazione , cicatrici e persino perdita di traslucenza della cornea e riduzione dell’acuità visiva.