prezzo petrolio greggio

Calano un po’ le preoccupazioni riguardo al possibile contraccolpo dovuto alla variante Omicron del Covid. E con i timori che si spengono, il prezzo del greggio sul mercato del petrolio torna a crescere nonostante l’ultima decisione dell’OPEC+, che ha confermato il piano di aumento graduale dell’output.

L’andamento del mercato del petrolio

mercato petroliferoIl greggio Brent viene scambiato intorno ai 75 dollari al barile, i futures sul greggio WTI sono su quota 71 dollari. Entrambi hanno invertito la rotta dopo il brusco calo cui abbiamo assistito settimana scorsa.
Tuttavia sembra che gli investitori non siano ancora del tutto ottimisti. Più che altro stanno adottando un approccio attendista, fino a quando non verranno a conoscenza del pieno impatto di Omicron. Anche quelli che fanno trading sulle opzioni binarie no esma.

La variante Omicron

Come detto, le preoccupazioni per la nuova variante Omicron e le sue implicazioni economiche sono decisamente più blande. Il principale funzionario statunitense per le malattie infettive, il dott. Anthony Fauci, ha affermato che la variante non sembra peggiore dei ceppi precedenti, anzi forse è più mite benché più contagiosa. Il mercato del petrolio temeva che questa variante potesse incidere sulla domanda globale di carburante.

Nota informativa: molti investitori non sanno che sul mercato del petrolio si può investire con paypal trading.

I colloqui sul nucleare e le tensioni Usa-Russia

Il mercato del petrolio si sta anche concentrando sui colloqui sul nucleare iraniano. Wahington e Teheran hanno ripreso i negoziati la scorsa settimana, ma si sono interrotti venerdì ed una ripresa è prevista per la fine di questa settimana. I funzionari occidentali hanno espresso un certo sgomento per le richieste iraniane, ritenute al momento non accettabili.
Inoltre sul mercato del petrolio si analizzano i possibili effetti del clima durante l’inverno dell’emisfero settentrionale.

Nel frattempo, le tensioni tra Mosca e Kiev sono cresciute, con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha avvertito il presidente russo Vladimir Putin che potrebbe affrontare dure sanzioni economiche dall’Occidente, inclusa l’interruzione del gasdotto Nord Stream 2 verso l’Europa se la Russia invade l’Ucraina.

Le scorte USA

Dagli Stati Uniti arriva inoltre l’ultimo dato riguardo alle scorte di greggio, che sono diminuite di 3.089 milioni di barili nella settimana terminata il 3 dicembre 2021, dopo un calo di 0,747 milioni di barili nella settimana precedente e rispetto alle previsioni di aumento di 2.093. Le scorte in calo sono un segnale rialzista per il mercato del petrolio.

© 2016-2022 Girandopagina Sito Web Article Marketing Nif ES Y6392888Y - credits by IWCom Web Agency Milano