Spesso la scelta delle maniglie per le porte interne della casa della casa è molto sottovalutata, invece bisogna prestare attenzione perché si può rovinare l’aspetto se non si sceglie adeguatamente la tipologia. Ecco quindi alcuni consigli, forniti grazie alle informazioni ottenute da tecnici specializzati.

Tipologie di maniglie

Esistono diversi tipi di maniglie, con struttura, colore posizionamento e materiali differenti, ma le più utilizzate e conosciute sono tre:

  • maniglie con la placca lunga: di solito sono presenti sugli infissi datati.
  • maniglie con rosetta e bocchetta: sono quelle più utilizzate e per la maggior parti delle tipologie di abitazione. Il buco per la chiave è circondato dalla rosetta e l’impugnatura è attaccata ad essa.
  • maniglie ad incasso: sono di trascinamento e si usano sulle porte scorrevoli sia a libro che a scrigno.

Come scegliere le maniglie

Quando si sceglie un mobile o una porta, è molto importante anche la scelta delle giuste maniglie, perché cambia l’effetto. Le maniglie sono formate da tre parti: la rosetta, la bocchetta e l’impugnatura.

Se ad esempio si sceglie una maniglia ad incasso, si ha un effetto semplice, se invece se ne sceglie una ricca di dettagli, diventerà la parte più in risalto del mobile. Bisogna sapere che non c’è un’unica soluzione, ma ciò dipende molto dal gusto che si ha e può risultare molto utile seguire una guida con alcuni consigli sugli stili e le varie soluzioni.

Stile minimal

Per uno stile minimal si può usare una maniglia verticale, invece di orizzontale, che parte dall’alto e finisce in basso, anche fino a terra. Può essere molto carina per una porta scorrevole o per l’armadio. Per questa maniglia non si usa nessun materiale in più, ma è lo stesso del mobile. Un’altra maniglia minimal può essere il semplice pomello dalla forma di un funghetto, che si può usare per i mobili di tutta la casa, ma specialmente per quelli della cucina.

E’ molto bello se si fa dipingere dello stesso colore del mobile, perché si decora bene, ma in modo semplice. I manici classici si possono utilizzare per un armadio chiaro, ma di una tonalità diversa da esso, così da diventare le protagoniste. Questa soluzione è ideale per chi ama uno stile semplice e classico.

Un’ultima soluzione per uno stile essenziale può essere quella di scegliere delle maniglie con un foro di dimensione di un paio di centimetri; esse possono essere usate sia per tutte le tipologie di ante. Questo è uno stile nordico.

Maniglie con dettagli

Un esempio è un pomello che presenta molte decorazioni o disegni, tanto da sembrare un vero e proprio gioiello. Un’altra scelta ideale specialmente per le stanzette dei piccoli è quella di scegliere diversi pomelli con decorazioni o colori differenti. Si possono mettere ad esempio ad una cassettiera semplice e bianca e il risultato è molto allegro e originale.

Anche la posizione delle maniglie non è scontata, poiché si può scegliere di metterle non per forza tutte allo stesso punto, ma anche ognuna in un posto diverso. Un esempio può essere quello di mettere tutte e quattro le maniglie di quattro ante, nel punto centrale e non in alto a sinistra. La maniglia a scomparsa è molto usata per le cassettiere o per i mobili della cucina, specialmente per uno stile moderno e semplice. Essa può essere geometrica o con un taglio e il risultato è di maggiore ordine e armonia.

Per un design lineare si potrebbe optare per le maniglie in acciaio, che si possono utilizzare sia da posizionare in orizzontale e sia in verticale e sia per i mobili della cucina, che per le porte. Per le porte scorrevoli non si possono utilizzare le maniglie sporgenti, ma si utilizza un foro circolare dotato di serratura.

© 2016-2021 Girandopagina Sito Web Article Marketing Nif ES Y6392888Y - credits by IWCom Web Agency Milano