cina-yuan-

Non sono giunte novità dalla Cina, dove la banca popolare ha deciso di confermare il livello dei tassi di interesse di riferimento per i prestiti a famiglie e imprese (Loan Prime Rate) oltre quelli di riferimento per i mutui.

La decisione sui tassi di interesse

cina-yuan-Il tasso primario di prestito a un anno è stato confermato a 3,45%. Si tratta del livello minimo storico al quale la Banca Centrale nazionale sta mantenendo il costo del denaro da ormai cinque mesi. Vale la pena precisare che il Loan prime rate a un anno è lo strumento di riferimento per la concessione dei prestiti alle famiglie e alle imprese.
I tassi di interesse a 5 anni, che invece sono il riferimento per l’erogazione dei mutui, restano al 4,2% per la settima volta consecutiva.

Sostegno all’economia

La decisione della Banca Popolare Cinese fa seguito a quella che ha preso settimana scorsa sui tassi di interesse a un anno, che sono stati lasciati al 2,5% (contrariamente alle aspettative di mercato per un taglio al 2,4%). In quell’occasione la banca centrale ha annunciato inoltre di aver iniettato 995 miliardi di yuan nel sistema finanziario cinese, a fronte di prestiti MLF per un valore di 779 miliardi di yuan previsti scadere nell’arco di questo mese.

NB. Se vi interessa negoziare la valuta cinese o qualche altro asset analogo, imparate bene cosa sono i pattern di continuazione trading.

Dilemma tassi e valuta

La Banca Popolare Cinese si trova di fronte ad una situazione complicata, perché l’economia nazionale continua a non ingranare la marcia. Nel quarto trimestre la crescita è stata del 5,2%, che sebbene abbia segnato un’accelerazione rispetto al trimestre precedente, è stata ancora sotto le aspettative che erano per il 5,3%. Tuttavia per l’intero anno, il PIL è cresciuto del 5,2%, superando l’obiettivo (basso) del governo di circa il 5,0%.

La PBoC deve muoversi con cautela sul fronte dei tassi di interesse, dal momento che lo Yuan si è fortemente deprezzato rispetto al Dollaro statunitense. Come si vede sulle piattaforme da opzioni binarie broker Europa, il cambio USDCNH viaggia a quota 7,2. Di recente il dollaro si è rafforzato sul raffreddamento delle prospettive di un taglio dei tassi da parte della Federal Reserve già nel mese di marzo (dopo i solidi dati economici statunitensi).

© 2016-2023 Girandopagina Sito Web Article Marketing Nif ES Y6392888Y - credits by IWCom Web Agency Milano