La danza italiana contro il coronavirus

Le scuole di danza di tutta Italia hanno accettato la sfida partecipando al concorso “Uniti con la danza – uniti per la vita”, istituito per aiutare l’Ospedale Spallanzani di Roma e trasmesso online.
Per aiutare l’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma gli addetti ai lavori del mondo della danza si sono impegnati in questa bellissima iniziativa di solidarietà, a favore della ricerca medica e per far fronte all’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus.
La maggioranza del mondo della danza, dai professionisti del balletto alle scuole di danza, dagli insegnanti di ballo fino agli store di abbigliamento danza, a riunirsi per aiutare il Paese in questo momento di difficoltà: l’iniziativa “Uniti con la danza – uniti per la vita”, è un evento di danza trasmesso tutto in streaming, che si è svolto i giorni 1 e 2 aprile 2020 il cui intero ricavato sarà versato all’Istituto Spallanzani di Roma.

Le scuole di danza e gli allievi che hanno preso parte a questo evento senza precedenti, sono state numerosissime, con più di 430 registrazioni riuscendo ad accumulare ben 4.345 euro da donare all’ Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani“
Alessandro Rende ballerino del Teatro dell’Opera di Roma, che ha ideato ed organizzato “Uniti con la danza – uniti per la vita, ha spiegato: “ Abbiamo pensato di poter dare una mano coinvolgendo gli artisti e aprendo le nostre case alla danza – È così che è nata l’idea di invitare gli allievi delle scuole di danza italiane, oggi purtroppo impossibilitate a proseguire la loro attività, ad inviarci i video delle esibizioni registrate prima di questa grave emergenza. I video sono stati trasmessi online, su LaSt TV, dove una giuria di esperti ha avuto modo di individuare i vincitori”.

Le numerose iscrizioni, registrate in pochissime settimane, ci rendono l’idea di quanto la solidarietà lega e unisce tutti quelli che appartengono al mondo della danza. Accettare questa sfida, accogliendo subito l’opportunità di dare il proprio contributo alla ricerca, in una situazione fatta di distanze, in cui anche l’arte della danza si esprime tra le mura di casa, dimostra quanto le scuole di danza e i professionisti del ballo si sono messi in gioco con un unico obiettivo finale, quasi come una grande ed unica coreografia a distanza, che lega ed unisce tutti i cuori degli italiani, e ci dimostra che è sempre possibile aiutare gli altri, quando si è tutti uniti, anche semplicemente danzando.

Centinaia di allievi di tutta Italia hanno preso parte a questa edificante iniziativa, dagli studenti di danza giovanissimi, fino ai più esperti, regalando, in questi giorni di paura e ansia, momenti di grande emotività. Per i giovani partecipanti si sono aggiunti anche i complimenti e l’incoraggiamento di Carla Fracci, grande icona del balletto, che ha inviato il suo augurio ad inizio evento ringraziando i giovani partecipanti per l’impegno ed il contributo artistico compiendo un vero “atto d’amore attraverso la danza”.

20 ore di trasmissione con più di 40.000 spettatori che hanno assistito online alle due giornate del concorso. Infine la giuria di “Uniti con la danza – uniti per la vita” , non ha dimenticato di celebrare il talento, individuando i vincitori del concorso a cui sarà data l’occasione di partecipare come protagonisti ad un gala di danza che si terrà a Roma in data ancora da stabilirsi.