In questo momento di emergenza prenderci cura della salute nostra e degli altri è fondamentale, anche grazie alla sanificazione a ozono

Perché scegliere l’ozono

Tra i pregi dell’ozono delle attività di purificazione possiamo elencare la sua capacità di penetrare nelle fibre dei tessuti. Questa sua caratteristica permette infatti di sanificare non solo gli ambienti, ma anche alcuni arredi, come i divani, le poltrone e i tappeti. Non è un caso che la sanificazione a base di ozono sia stata scelta negli ultimi anni da alberghi, ospedali e sempre di più anche dagli autolavaggi per una pulizia approfondita degli autoveicoli.

La sanificazione con l’ozono sembra essere a oggi 2 mila volte più potente rispetto alle altre praticate. Più del 99% dei batteri presenti sulle superfici vengono eliminati dopo una corretta sanificazione. In più tra i pregi ricordiamo che è un metodo del tutto naturale in cui i prodotti chimici non vengono utilizzati e non rimangono residui tossici. Per questo è particolarmente affidabile anche in caso di superfici con cui entrano in contatto i bambini.

Come funziona la sanificazione a ozono

Grazie ai generatori di ozono e ossigeno è possibile prevenire anche le più comuni forme di riniti allergiche e asma. È la reazione di ossidazione che si innesca a portare tutti i benefici di una corretta operazione di sanificazione. I microrganismi e gli odori spiacevoli vengono infatti eliminati dalla reazione di ossidazione che si innesta nel momento del contatto tra superficie e ozono.

 

Generatori: attenzione alle differenze

Se i generatori di ozono e ossigeno possono essere impiegati per la sanificazione di ambienti e abitacoli, è importante non confonderli con i generatori di azoto e ossigeno. Questi infatti sono utilizzati in diversi tipi di produzione, come per esempio quella elettronica o chimica per offrire una disponibilità continua di gas industriale.